Casa Nazareth: 30.000 pasti consumati negli ultimi 7 mesi nella mensa di solidarietà

20 gennaio 2022 – Nel secondo semestre del 2021 (dato 1 giugno-31 dicembre), circa 30.000 pasti (a pranzo e a cena) consumati alla mensa di solidarietà di Casa Nazareth in via Guanella 12 a Como.
Un dato particolarmente significativo e importante, registrato nel periodo 1° giugno-31 dicembre 2021, in cui sono entrati in funzione a pieno regime la nuova cucina e il servizio self-service con consumazione delle pietanze calde ai tavoli dei due locali della mensa (40 posti a sedere nel rispetto delle normative anti-Covid) e servito dai volontari alle persone senza dimora della città di Como.

Prima del mese di giugno ed esattamente dai primi giorni di gennaio 2021 – data di apertura ufficiale della mensa di solidarietà e nel periodo segnato dalle restrizioni anti-Covid – sino a fine maggio, i pasti erano distribuiti nei sacchetti e gli utenti erano costretti a consumarli fuori dalla struttura.
Anche in quei 5 mesi la distribuzione dei pasti (pranzo e cena) avveniva ogni giorno e il dato raccolto conferma l’importanza del servizio: complessivamente circa 26.000 sacchetti ritirati (in media 170/180 pasti consumati quotidianamente).

Ma torniamo ai numeri del secondo semestre del 2021. Entrando nel particolare si registra una media mensile di 2.160 pasti consumati a mezzogiorno (15.160 nell’intero semestre) e 2.060 a cena (14.420 nell’intero semestre). Il consumo giornaliero si assesta intorno a circa 140 consumazioni (mediamente 75 pasti a pranzo e 65 a cena).

Come si può oggettivamente dedurre sono numeri che confermano la bontà del progetto, ideato nel 2020, di affidare la struttura di via L. Guanella alla Diocesi, grazie a un’intesa fra la Chiesa di Como e la Congregazione delle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento. Dopo questo primo importante passo, il successivo ha visto coinvolta direttamente la Caritas diocesana che dall’8 gennaio 2021 ha appunto attivato – dopo alcuni mesi di lavori di ristrutturazione e di adeguamento – la mensa per le persone in difficoltà accentrata in un unico luogo in città.

Al progetto della mensa di solidarietà stanno lavorando le diverse realtà che si occupano di questo servizio: la Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus, la Casa della Missione di Como (Missionari Vincenziani), la Casa Vincenziana ODV, le Suore Guanelliane Figlie di Santa Maria della Provvidenza e l’Associazione Incroci.


Nella cucina sono impegnate 7 giorni su 7 tre operatrici cuoche e un tirocinante (aiuto cucina). Inoltre, sono presenti un fattorino e un operatore Caritas addetto alla sicurezza e al controllo nella fase di accoglienza degli ospiti.
Un ruolo fondamentale è svolto dagli oltre 150 volontari che, a turni, si alternano quotidianamente per rendere il servizio organizzato e sicuro, soprattutto in questi mesi segnati dall’emergenza Covid.
A Casa Nazareth sono così coinvolti i volontari Caritas che si occupano quotidianamente della distribuzione del pranzo, i volontari dell’Associazione Incroci, per il servizio della cena, e i volontari della Casa Vincenziana nonché della Casa Missione per il servizio diurno della domenica e nelle festività.

È possibile sostenere la mensa di solidarietà con una donazione:

online sul sito della Caritas diocesana di Como: CLICCA QUI ;
tramite bonifico bancario intestato alla Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus
Piazza Grimoldi 5 – 22100 Como
c/c bancario presso Credito Valtellinese
IBAN: IT 87 B 05216 10900 0000 0000 3692
Le offerte alla Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus sono deducibili ai fini fiscali.

Leggi e scarica la nuova pagina Caritas del 20 gennaio 2022 su “il Settimanale della Diocesi di Como” dedicata all’argomento.