“Intimo sospeso”: in città la raccolta di indumenti per i senza dimora

19 novembre 2021 – “Intimo sospeso”: è questo il nome del progetto messo a punto dalla Caritas cittadina di Como e da Confesercenti Como. L’obiettivo è di raccogliere in città, grazie alla disponibilità e collaborazione di negozianti e ambulanti del settore abbigliamento, indumenti intimi (precisamente slip, boxer e calze) da destinare a persone senza dimora (uomini).

Ognuno è invitato a sostenere questa iniziativa solidale e può farlo recandosi presso i punti vendita che aderiscono al progetto (negozi e banchi del mercato) acquistando gli indumenti proposti, che saranno poi conservati dallo stesso esercente, il quale li consegnerà all’incaricato Caritas con il compito di distribuirli attraverso il Coordinamento Vestiario della città.

Con questo progetto “virtuoso” Caritas cittadina (con il sostegno della Caritas diocesana) e Confesercenti intendono far fronte in questi mesi (si pensa ai mesi invernali, ma anche in altri periodi dell’anno) alle necessità crescenti di indumenti intimi da destinare ai senza dimora della città. La modalità concordata ricalca quella della “spesa sospesa”, già collaudata in altri settori (alimentare, farmaceutico, prodotti della prima infanzia). È possibile riconoscere l’esercente che aderisce al progetto dai manifesti esposti nel punto vendita.

Per eventuali informazioni: caritascittadina@caritascomo.it ; confesercenti@confesercenti.como.it