La crisi economica arriva anche a Livigno: nasce un banco alimentare per le famiglie in difficoltà

7 maggio 2020 – Anche in Valtellina l’emergenza Coronavirus, oltre a seminare morte e grande paura, ha messo in evidenza nelle comunità l’estrema  preoccupazione per il futuro, determinata dalla crisi economica e occupazionale. Per far fronte alle difficoltà venutesi a creare per molte famiglie, il Comune di Livigno e la Parrocchia hanno deciso di unire le forze e proporre iniziative a sostegno di chi più sta soffrendo in queste settimane.

In una prima fase, l’amministrazione comunale, di concerto con gli altri Comuni della Comunità montana Alta Valtellina, recependo la disponibilità di fondi trasferita dal Governo nazionale, ha messo a disposizione circa 30 mila euro in buoni spesa per i nuclei famigliari che ne hanno fatto richiesta tramite specifica autocertificazione. Evitando altre procedure burocratiche, il Comune e la Parrocchia di Livigno hanno poi organizzato un Banco alimentare, chiedendo la collaborazione dei commercianti ma anche di cittadini privati.

Rimandiamo qui all’articolo completo apparso recentemente sul sito del “Settimanale della Diocesi di Como”.

 

VAI ALLA SEZIONE SPECIALE DEDICATA ALL’EMERGENZA CORONAVIRUS