Inaugurato a Campi Ancarano il centro di comunità grazie alle offerte della Diocesi di Como

«Un evento calamitoso che diventa occasione grande di solidarietà… La forza dell’amicizia e della fraternità che è più forte della violenza delle scosse del terremoto».

Con queste parole il Vescovo della diocesi di Como, monsignor Oscar Cantoni, ha salutato i presenti alla Santa Messa durante la quale, sabato 30 novembre, è stata inaugurata la nuova chiesa, che è anche centro di comunità, a Campi Ancarano (Pg), frazione di Norcia, nel cuore del cratere del terremoto del 2016.

Una struttura di oltre 200 metri quadrati a servizio dell’intera comunità pastorale, guidata da don Luciano Avenati e formata da una ventina di parrocchie, sparse, nella cosiddetta Valle Castoriana, fra i comuni di Norcia e Preci (i cui sindaci erano presenti all’inaugurazione).

«La presenza di questi amici – ha ricordato il vescovo Boccardo – ci invita a non ripiegarci su noi stessi e a capire che, solo nella misura in cui riusciamo a metterci insieme, a non aver paura di chi è diverso, possiamo ricostruire, altrimenti continueremo a distruggere».

Parlando del nuovo centro, dedicato a Sant’Andrea, il vescovo di Spoleto-Norcia ha parlato di «una casa di Dio tra gli uomini».
«Momenti come questo – ha proseguito – ci ricordano che, anche quando si entra nella prova, anche quando si fa fatica ad andare avanti, vale sempre la pena ricominciare perché non siamo soli, il Signore e questi amici sono con noi».

La costruzione del centro è stata finanziata con 273mila euro dalla Diocesi di Como, raccolti attraverso la Caritas. La scorsa estate al progetto si è unita anche la Diocesi di Mantova.

«Grazie per la vostra presenza, grazie per la vostra pazienza», ha detto don Avenati.

 

Leggi la lettera di saluto del vescovo Oscar Cantoni

 

ll ringraziamento ai donatori del direttore Roberto Bernasconi